Lettera ESTA alla Presidente von der Leyen per tutelare il denaro contante

 

ESTA, l’associazione europea delle aziende del trasporto valori, ha scritto alla Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, per richiedere misure a tutela della filiera del contante.

—–

Gentile Signora Presidente,

ESTA, l’Associazione Europea delle aziende del trasporto valori, le scrive in relazione alla catastrofica situazione che il denaro contante sta affrontando nel corso della crisi sanitaria in atto. In questo contesto, nonostante un significativo aumento della domanda di denaro contante, l’utilizzo dello stesso è diminuito in maniera brusca, in una percentuale che oscilla tra il 50% e l’80% a seconda del Paese e dei settori, fino a un livello in cui il ciclo di denaro rischia di diventare insostenibile. Sebbene l’utilizzo del contante si trovasse già in una fase di lento, ma controllato, regresso, nonostante si tratti – secondo numerose indagini della BCE – del mezzo di pagamento preferito dalle famiglie, la crisi sanitaria ha accelerato significativamente il suo declino.Ci sono due ragioni principali: una è relativa alle varie misure restrittive adottate da un certo numero di Paesi nel 2020. Tuttavia, il motivo di gran lunga più rilevante è l’appello dei maggiori operatori di carte, ovvero VISA e MasterCard, a pagare contactless, che ha sollevato ingiustificati timori tra la popolazione europea circa la contaminazione causata dall’utilizzo del contante. In una serie di documenti ottenuti dall’ESTA, sembrerebbe che siano state fatte affermazioni infondate come “l’uso di contante è estremamente rischioso” (documento di MasterCard del 15 aprile 2020) o “il contactless limita la diffusione del virus” (sia nei documenti di VISA che di MasterCard). Considerando che il pagamento contactless non implica necessariamente acquisti contactless, ad eccezione degli acquisti online, l’accusa non è solo fallace, ma anche fuorviante in quanto può portare i consumatori a credere di essere protetti dal contagio se pagano in questa modalità, affermazione che non corrisponde al vero. Mentre il mondo combatteva il COVID-19, sembra che alcune organizzazioni abbiano spudoratamente voluto usare la pandemia per promuovere la propria attività.Inoltre, un certo numero di banche centrali, tra cui la Deutsche Bundesbank e la BCE, hanno dichiarato con forza che non vi è alcun rischio aggiuntivo di contaminazione da monete e banconote. I risultati preliminari della ricerca condotta dalla BCE sul contagio mostrano, inoltre, che il possibile trasferimento di virus su una banconota è quasi nullo dopo 30 minuti (una volta che la banconota è asciutta). Questo risulta essere un tempo significativamente più breve rispetto al potenziale trasferimento del virus dalle sostanze plastiche di cui sono composte le carte (come ad esempio il PVC delle carte di pagamento e dei programmi fedeltà).Il 22 marzo 2020 ESTA ha avvertito il vicepresidente esecutivo Dombrovskis circa il significativo impatto delle accuse di rischio di contagio. ESTA chiedeva l’adozione di misure urgenti, in particolare alle autorità monetarie dell’UE (Commissione europea e BCE) per smentire con forza l’affermazione che vede i contanti come un fattore di contaminazione, anche peggiore del contatto con una maniglia in un negozio o sui mezzi di trasporto pubblici o con le merci in un supermercato.In questo contesto, è stato interessante leggere, in risposta alla nostra lettera, il tweet del vicepresidente esecutivo Dombrovskis, pochi giorni dopo, il 26 marzo 2020, “È ora di sostituire le monete con il contactless – più sicuro per contenere il #Coronavirus“. Le accuse, alquanto allarmanti, di ulteriori rischi di contaminazione da denaro contante sono state quindi ufficialmente approvate e trasmesse al mondo, con quello che può essere percepito come un appello della Commissione europea a non utilizzare l’Euro contante.La posizione di VISA è stata ulteriormente confermata quando il 4 maggio 2020 ha ricevuto la seguente risposta dal Capo di Gabinetto dal Commissario Dombrovskis: “Sono d’accordo con voi che il pagamento contactless giochi un ruolo fondamentale nel contenere la diffusione del COVID-19”. Alla luce dell’attuale situazione pandemica, unitamente al consistente aumento dei pagamenti contactless, è tutto da dimostrare il “ruolo fondamentale” del contactless nel contenimento del contagio.Tuttavia, il posto del contante nella società si è ridotto notevolmente, per nessun altro vantaggio se non quello di poche società di carte e di pagamento mobile, peraltro tutte non europee. La richiesta di non utilizzare contanti è stata ben accolta.Come ricordato dall’avvocato generale della Corte europea a Lussemburgo nel suo parere sulle cause congiunte C-422/19 e C-423/19, il denaro contante è l’unico mezzo di pagamento pubblico avente corso legale disponibile per i cittadini europei. Tutti gli altri mezzi di pagamento hanno natura privata. Pertanto, ogni invito a passare al contactless è nulla di meno di un invito all’ulteriore privatizzazione del denaro. Vorremmo suggerire che il ruolo della vostra Commissione, la cui ambizione è quella di promuovere “un’economia che funzioni per le persone”, non sia quello di contribuire attivamente alla scomparsa del denaro contante – questo sarebbe particolarmente preoccupante per coloro che non possiedono un conto in banca, il cui numero è a forte rischio di aumento per le conseguenze economiche e sociali dovute alla crisi sanitaria e alle restrizioni imposte da molti Governi per il controllo della pandemia.ESTA chiede misure molto urgenti per proteggere il ciclo del contante e rassicurare le persone, in particolare quelle senza alternativa, dal momento che il contante non causa ulteriori problemi di salute rispetto al contatto con qualsiasi altro prodotto della vita quotidiana. Il problema con il contactless non è tanto l’aumento del limite massimo di pagamenti a 50 € (anche se contactless significa anche pagamenti “senza sicurezza” in quanto non è richiesto alcun dispositivo di sicurezza per avviare i pagamenti), ma l’eliminazione della soglia minima per i pagamenti, scopo principale del denaro contante.ESTA sarebbe lieta di discutere misure immediate e concrete da avviare e sostenere dalla Commissione nell’Eurozona, e possibilmente al di fuori di essa, per proteggere l’uso del contante e in particolare per i molti milioni di europei che dipendono fortemente da esso. Ciò potrebbe avvenire nell’ambito della comunicazione della Commissione recentemente pubblicata su una “Strategia di pagamento al dettaglio per l’UE” (COM (2020) 592 final del 24.09.2020) che chiede esplicitamente misure per “mantenere la disponibilità di denaro della Banca Centrale”. Le misure dovrebbero mirare a garantire l’accettazione obbligatoria del contante attraverso un chiarimento del significato di moneta a corso legale, assicurando un’adeguata distribuzione del contante per renderlo disponibile alla popolazione e facilitare i pagamenti in contanti garantendone un ciclo regolare.

LINK ALLA LETTERA

Read More →

WEBINAR ANTIRICICLAGGIO – 30 GIUGNO 2020

 

WEBINAR ANTIRICICLAGGIO – 30 GIUGNO 2020

Il 30 giugno 2020 Arkès Formazione con il patrocinio e la partnership di Assovalori, presenta il webinar antiriciclaggio “Obblighi Antiriciclaggio per Gestori del Contante iscritti nell’elenco – Compliance e procedure“.
Durante il webinar potranno essere poste ai relatori domande scritte che implichino una breve risposta, mentre, durante il dibattito, a richiesta dei partecipanti, potranno essere affrontati argomenti che richiedano maggiori approfondimenti.
Segui la diretta streaming

Read More →

Comunicato ESTA sull’utilizzo del contante – Covid-19

 

Comunicato stampa Cash coalition – 15 aprile 2020

Il contante è importante – ora, più che mai, in questo periodo segnato dal Coronavirus

Bruxelles, 15 aprile 2020. I gruppi che rappresentano i settori delle valute, degli ATM, del trasporto e della sicurezza, invitano Governi, banche centrali, media, imprese e società a difendere il contante per proteggere la resilienza dell’ecosistema di pagamento esistente e assicurarsi che le categorie vulnerabili non siano private ​​del solo mezzo di pagamento accessibile a tutti. Il contante è sicuro: dovremmo smettere di stigmatizzare i suoi fruitori.

Banconote e monete sono sicure. Condannare il loro impiego intacca la libertà e la scelta individuale, danneggia le categorie marginali, e beneficia solamente i fornitori di meccanismi di pagamento privati a spese del consumatore. Una coalizione di stakeholder si è riunita per portare avanti questa posizione presso i policy maker, i media e l’opinione pubblica. International Currency Association (ICA, che rappresenta il settore del contante), CashEssentials (un gruppo favorevole all’utilizzo del contante), International Security League (che rappresenta il settore della sicurezza privata), European Security Transport Association (ESTA, l’associazione europea del trasporto valori) e ATM Industry Association (un’associazione commerciale senza scopo di lucro in rappresentanza dell’industria internazionale di ATM) hanno unito le forze per continuare a fornire denaro senza interruzioni e in modo sicuro e sostenendo il ruolo cruciale del contante all’interno delle nostre economie.

I Governi di tutto il mondo hanno sottolineato l’importanza di garantire la fornitura continua di contante quale infrastruttura critica. I settori delle valute, della sicurezza, degli ATM e dei trasporti stanno lavorando senza tregua durante questa pandemia per garantire che la fornitura di contante continui per tutti – assicurandosi che il contante continui ad adempiere al suo ruolo nel proteggere la privacy, la scelta e l’accesso al pagamento per tutti, compresi i soggetti più vulnerabili. Sono state adottate misure per garantire fornitura continua e disponibilità di denaro contante, salvaguardando la salute e la sicurezza dei lavoratori e degli operatori dei servizi nei siti di produzione, trasporto e distribuzione per garantire disponibilità e accesso al contante alle persone in tutto il mondo.

Come hanno sottolineato la Banca dei Regolamenti Internazionali e le banche centrali in tutto il mondo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il Robert Koch Institute, l’utilizzo del contante è sicuroI consumatori che utilizzano le carte di pagamento devono prendere le stesse precauzioni di coloro che utilizzano banconote e monete, lavandosi le mani e limitando il contatto con qualsiasi superficie. I consumatori e i cassieri sono esposti allo stesso rischio, indipendentemente dalla scelta dello strumento di pagamento.

Il contante è un mezzo di pagamento universale a disposizione di tutti, indipendentemente da status sociale, posizione finanziaria, affidabilità creditizia, età, genere, etnia, nazionalità e competenza. Ricopre un ruolo fondamentale per le persone anziane, i senzatetto e altre categorie marginali, come gli 1,7 miliardi di persone che non dispongono di un conto in banca. Il contante protegge anche la privacy e l’anonimato dei suoi utenti e la loro libertà personale; i pagamenti con carta, cellulare e contactless aumentano la quantità di dati dei consumatori che vengono condivisi.

I commercianti e i consumatori dovrebbero continuare ad utilizzare il contante – perché significa proteggere le nostre libertà civili e aiutare i più vulnerabili. Il contante resiste alle crisi, svolge un ruolo sociale ed economico cruciale e positivo, ed è sicuro da utilizzare. I Governi e le banche centrali dovrebbero garantire che chiunque voglia pagare con il contante possa farlo, senza pregiudizi.


Read More →

Emergenza da COVID-19, gli effetti sulla circolazione del denaro contante

 

Nel pieno dell’emergenza da COVID-19, la disponibilità del denaro contante viene garantita dagli operatori del trasporto valori. Furgoni blindati con guardie giurate prelevano gli incassi dei supermercati e riforniscono i bancomat e le Poste nei giorni delle pensioni. Permangono le difficoltà a reperire i DPI. Ne parla a essecome Antonio Staino, presidente di Assovalori.

 

Read More →

Assovalori è partner di EXPOSECURITY 2020

 

EXPO SECURITY è l’evento di riferimento per tutto il Centro sud Italia per l’intero settore della sicurezza fisica e logica, una due giorni ad alta intensità con percorso espositivo di oltre 2.500 mq sapientemente realizzato ed allestito con i migliori professionisti e brand della filiera che potranno formare, informare e comunicare il proprio brand, presentare le proprie novità di prodotto o di processo e instaurare un rapporto diretto con il target obiettivo dei visitatori.

Vasta la platea di stakeholders, installatori, progettisti, specialisti del settore, enti, autorità statali, forze dell’ordine, aziende, albergatori ed anche management di PMI e industrie del centro sud Italia, interessati a conoscere e scoprire le ultime novità in tema di sicurezza integrata.

EXPO SECURITY 2020 è la sintesi perfetta di ciò che oggi rappresenta la sicurezza nella sua accezione global e local: sicurezza fisica, sicurezza logica e sicurezza integrata.

Tre i DRIVER TEMATICI per l’edizione 4.0:

  • SICUREZZA FISICA: una business unit con tutti i principali brand di produttori e distributori del cluster: tvcc, videosorveglianza, protezioni perimetrali, antintrusione, allarmi, sicurezza passiva etc
  • HOME & BUILDING AUTOMATION: la divisione dedicata ai settori delle automazioni, infrastrutture digitali, l’Internet of Things (IoT), le telecomunicazioni, la domotica, l’efficientamento energetico e le applicazioni audio video sia per edifici in rete che per le smart cities ed in perfetta armonia con il settore della sicurezza fisica.
  • CYBER SECURITY FORUM: momenti di approfondimento finalizzati a illustrare i nuovi scenari si alterneranno a brevi incontri con esperti di settore che daranno la propria visione dei principali effetti sui diversi operatori. Un importantissimo approfondimento sulle minacce informatiche che sale nella scala delle priorità delle imprese per l’emergere di terribili vulnerabilità che espongono sempre di più le aziende al rischio di attacchi, per la necessità di rispondere ai requisiti imposti dal Nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei dati (GDPR) e per il passaggio all’era dell’industria 4.0.

La due giorni fieristica vedrà presenti le migliori aziende della filiera sicurezza e prevedrà un ricco e vasto programma di seminari e workshop nello svolgimento dell’evento fieristico, fondamentale per la formazione ed informazione sulle principali tematiche legislative attuali e sui significativi cambiamenti previsti, sulle principali tematiche tecnologiche ed operative dell’intero sistema della sicurezza sia fisica che logica.

A seguito dei recenti sviluppi  legati alla diffusione del Coronavirus (COVID-19)  Expo Security & Cyber Security Forum sarà posticipato a tutela della comunità di e dello staff coinvolto durante l’evento.
L’obiettivo futuro è di arrivare compatti al nuovo appuntamento per riconfermare lo slancio dell’intera filiera della Sicurezza, capace di reagire in modo immediato e positivo anche in contesti di incertezza, per ottimizzare le opportunità di business di tutti gli operatori.
Vi aspettiamo il  15 e 16 Ottobre al Polo Espositivo di Marina di Pescara.

Read More →

Assovalori è partner di Sicurezza 2019

 

SICUREZZA torna a Fiera Milano dal 13 al 15 novembre 2019 Forte degli importanti risultati dell’ultima edizione – 25.569 visitatori professionali da 86 Paesi e 465 espositori diretti – SICUREZZA 2019 si conferma tra le principali manifestazioni europee per il settore Security & Fire e punta l’attenzione su soluzioni, integrazione e innovazione.

È possibile acquistare i biglietti on line per partecipare all’evento. Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale della manifestazione.

Read More →

STATI GENERALI DELLA SICUREZZA

 

Il 12 novembre  si svolgerà a Roma, presso le Scuderie di Palazzo Altieri (via di S. Stefano del Cacco, 1), il Convegno “Stati Generali della Sicurezza”, organizzato da OSSIF. All’Evento parteciperanno, oltre alle Banche, Poste italiane, Confcommercio, Federazione Tabaccai, Federazione Farmacisti, Unione Petrolifera, Grande Distribuzione, Assovalori, etc.
In particolare, nell’ambito del Convegno verranno presentati i dati del Report intersettoriale sulla criminalità predatoria, elaborato in collaborazione con il Servizio Analisi Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza.

 

Read More →

Legge di Bilancio 2019, all’attenzione del Parlamento anche il settore del trasporto valori

 

Il Parlamento torna a chiedere agevolazioni in favore del trasporto valori. Nel corso dell’esame alla Camera della manovra finanziaria, gli Onorevoli Savatore Caiata, componente della Commissione Bilancio del Gruppo Misto, e Antonio Martino, Capogruppo di Forza Italia in Commissione Finanze, hanno presentato, due proposte di modifica alla legge di Bilancio volte a riconoscere il rimborso delle accise sul carburante per autotrazione utilizzato dalle imprese del comparto del trasporto valori.

Read More →

Nuova banconota da 50 euro, guida per le categorie che operano con il contante

 

La nuova banconota da €50 ha iniziato a circolare nell’area dell’euro il 4 aprile 2017.

Una guida per le categorie professionali che operano con il contante, dal titolo “Scopri la nuova banconota da €50”, è stata inviata nel marzo 2017 a tre milioni di esercizi commerciali e banche nell’area dell’euro. La guida può essere anche scaricata dalla pagina Pubblicazioni del sito http://www.nuove-banconote-euro.eu/.

Read More →

I presidi antiriciclaggio nel settore dei service bancari e del trasporto valori: le linee guida di settore

 

Si è tenuta a Roma, presso il Centro Congressi della Banca d’Italia, la giornata di studio riguardante “I presidi antiriciclaggio nel settore dei service bancari e del trasporto valori: le linee guida di settore”, organizzata dalle associazioni di categoria Assiv, Assovalori, Federsicurezza e Legacoop insieme al Grale Spin- Off della Seconda Università di Napoli.

I rappresentanti delle citate associazioni dei service bancari e del trasporto valori, con il coordinamento del Grale Spin-off della Seconda Università di Napoli, hanno presentato e siglato il documento contenente le linee guida di autoregolamentazione collegate alla Quarta Direttiva in materia di antiriciclaggio. Continua a leggere su Sicurindex.com 
Paperesson.com

Read More →

Page 1 of 212Next ›